Archivio Tag: web

Assicurazioni online per 1 italiano su 4

Le assicurazioni che gli italiani scelgono e sottoscrivono online sono un aumentate in modo considerevole: si stima che il 22% delle richieste arrivi dal web. Una fetta di mercato che impone al settore una rivalutazione dei canali privilegiati nella gestione delle procedure per motivi legati al risparmio e alla trasparenza.

Questa tendenza riguardante le assicurazioni si inserisce nelle crescenti abitudini degli italiani a gestire i propri investimenti dal web: circa il 19,3% dal pc e il 19,1% dal mobile.

La restante parte del campione analizzato riguarda invece quella parte di italiani che continuano ad affidarsi all’operatività fisica per questioni di abitudine, fiducia e tranquillità personale. Al momento, la spesa online non riguarda grandi investimenti ma soltanto cifre ancora contenute: per transazioni più impegnative si cerca sempre un contatto personale con i venditori.

Le procedure dirette, quelle senza intermediazione, rappresentano una soluzione diversa e innovativa per molte fasce sociali che ormai si interfacciano con le.
E’ aumentata anche la pubblicità delle stesse imprese per i nuovi sistemi di vendita. A ciò si affianca la riduzione del prezzo a fronte di un confronto simultaneo e istantaneo.

Oltre alla assicurazioni auto, gli italiani scelgono prodotti collegato alla casa, vita e infortuni e quelle legate al mutuo.

La sfida del digitale: il cliente al centro

L’effetto dello sviluppo tecnologico e della capacità delle persone di utilizzare i nuovi strumenti digitali, deve spingere le compagnie assicurative a rinnovare le proprie tecniche di vendita, ipotizzando quanto prima uno sbarco sugli smartphone, sulle relative applicazioni, sui social e nella rete.

Anche i prodotti dovranno essere modellati sui nuovi tempi sociali degli individui: per fare ciò la sperimentazione è essenziale tanto che le startup sono lo strumento di avanguardia più efficace per scoprire nuove strade.

Il mondo assicurativo è il settore dove la clientela cerca di utilizzare il canale online ma al giorno d’oggi i ritardi delle compagnie in termini tecnologici non permettono ancora uno sfruttamento totale della rete. Perché accade ciò?

I motivi di questa lentezza possono racchiudersi in tre macro-aree:

-          Prodotti impegnativi a livello economico
-          Necessità di un incontro fisico su alcune questioni contrattuali
-          Mancanza di esperienza

Un punto di incontro tra domanda ed offerta sul web porterebbe alla creazione di un sistema di interscambio tra le parti.
La digitalizzazione del sistema permetterebbe ai controlli di essere più incisivi (come per le rca), alle promozioni di arrivare più mirate ai consumatori oltre a garantire un risparmio economico e temporale ai clienti.

La presenza sul web pone il cliente al centro della proposta e relaziona le società sia in termini di partecipazione che di concorrenza. Poter proporre e vendere un’assicurazione tramite un’applicazione gestibile da smartphone è sicuramente un elemento che caratterizzerà il futuro: fare in modo che ciò avverrà presto è la soluzione più efficace per entrambe le parti.

Scopri le migliori offerte di mutuiSi e calcola il preventivo>> CLICCA QUI

Assicurazioni vita e detrazioni

Nel primo trimestre 2015, la raccolta proveniente dalle assicurazioni vita è arrivata a 28,6 miliardi con una percentuale di crescita del 25,6%

L’87% sono state vendute tramite poste, istituti bancari e società finanziarie sia italiane che straniere. Le donne sono la categoria più attenta per la previdenza e le assicurazioni sulla vita. Riguarda per lo più le mamme ma anche le giovani si dimostrano più sensibili dei loro coetanei.
Molte di loro cercano le soluzioni ideale tramite il web.


DETRAZIONI

Anche nel 730 online del 2015 è possibile detrarre il premio della polizza vita per una percentuale del 19%.
Possono essere incluse nelle detrazioni le polizze su infortuni e vita, rischio di morte, invalidità permanente e impossibilità a svolgere le azioni quotidiane. Non rientrano invece i fondi pensione e i piani integrativi.

 

 

Per ottenere le detrazioni si devono allegare al 730 le quietanze e le ricevute di pagamento dei premi relativi al 2014. La compilazione del 730 per le detrazioni è incluso nel riquadro E.

Verso uno sviluppo del mondo assicurativo

Negli anni della crisi economica mondiale, anche le agenzie assicurative, al di là di quello che si possa pensare, hanno fatto registrare un calo degli introiti. Negli ultimi sette anni i ricavati si sono ridotti di circa un terzo.

Con l’aumento della concorrenza e con la digitalizzazione del servizio, dal lato dei clienti c’è la possibilità di scegliere il prodotto migliore sul web inseguendo il risparmio, mentre dal lato delle banche la concorrenza ha ridotto i prezzi, quindi i ricavi. In più, per mantenere alto il livello dei servizi, ci sono più costi di gestione da sostenere.


Una soluzione commerciale è stata quella di ridurre le provvigioni dei consulenti per avvicinare maggiormente i clienti, eppure ciò non ha prodotto i risultati aspettati.

Con uno sguardo al futuro e alle innovazioni del mercato, le compagnie assicurative dovranno sicuramente investire in soluzioni diverse verso sviluppi di nuovi settori di business.

Il punto cruciale della soluzione si basa sulla qualità dei servizi offerti, sulla scelta ampia dei prodotti e sul rapporto privilegiato e trasparente con i clienti.
Al giorno d’oggi i cittadini possiedono più informazioni rispetto al passato e si muovono verso strade multiple: sarà più facile intercettarli se le società assicurative si avvicineranno alle loro esigenze economiche e personali.

Assicurarsi online per risparmiare

Gli italiani che devono stipulare un’assicurazione si rivolgono principalmente al canale online per la comparazione dei prezzi e delle offerte. Dal 2008 a oggi le ricerche sul web sono aumentate del 128 %.

Sempre più persone diventano abili nel mondo degli acquisti online. Il fatturato dell’e-commerce sul territorio nazionale italiano è in crescita esponenziale. Nell’ultimo periodo, anche alcuni servizi come le assicurazioni, polizze e mutui, vengono cercati sul web.
Gli utenti appartengono a fasce d’età diverse  in quanto il digital divide si sta riducendo.

 

.Su Google le parole chiave più cercate del settore sono quelle riguardanti le RC auto con l’obiettivo di:

-          confronto immediato fra prezzi di compagnie diverse

-          comodità di ricercare da casa

-          personalizzazione delle offerte

-          gestione delle polizze dal web

-          risparmio

-          accesso da dispositivi mobili

Così come sono cambiate le modalità di comunicazione delle persone, così è variato l’approccio degli utenti ai prodotti e servizi presenti online. La possibilità di essere connessi sempre e ovunque con il proprio smartphone aumenta le opportunità di ricerca e acquisto.

Anche le società si sono così abituate ed adeguate al cambiamento tanto che la loro presenza online è imprescindibile: i portali sono diventate nuove leve strategichee di business. I consumatori sperano che ciò accresca la concorrenza riducendo i prezzi.

 

Web e portali assicurativi, un semplice click e la polizza è fatta!!!

Entrati in tutto e per tutto nell’ era della digitalizzazione e dell’ informatica, sempre più italiani sono al passo con i tempi.

Anche per quanto riguarda il settore assicurativo sempre più clienti accedono ad internet per ottenere preventivi.

Internet come ben sappiamo è soprattutto uno strumento rapido e diretto di informazione, ed aumenta il numero di persone che sfruttano la rete per visitare i portali assicurativi, per informarsi e per esaminare le varie caratteristiche delle polizze (volendo si potrebbe utilizzare il sito della propria compagnia per seguire le pratiche relative a un sinistro).

Da quanto appurato da uno studio realizzato dall’ Istituto Marketing Problem Solving (MPS), poco meno della metà del campione di persone, sottoposto a studio osservativo, usa il computer di casa o la postazione di lavoro per visualizzare i preventivi on line per la polizza auto, da qui il 19% acquista dal web.