Archivio Tag: rca

Nuove regole per le assicurazioni

NORME E TECNOLOGIA

Mese decisivo per il mondo delle assicurazioni auto: il ddl sulla dematerializzazione delle Rca arriva in aula per il verdetto finale del Parlamento. L’azione contro le truffe dovrebbe apparire più efficace così come i riconoscimenti per gli autisti più virtuosi. Sempre viva la speranza che insieme ai cambiamenti arrivino anche risparmi e abbattimento costi.

Le compagnie assicurative si stanno adeguando per tempo con aggiornamenti procedurali con conoscenze più approfondite. Soprattutto gli agenti sono pronti a migliorare le loro proposte tramite una gamma di prodotti al passo con gli sviluppi del sistema.

L’IMPORTANZA DEL CONSULENTE

Ad oggi risulta che il 42% dei clienti preferisce affidarsi ad un consulente per prendere decisioni in materia di assicurazioni auto, infortuni e casa.
Gli italiani scelgono un consulente soprattutto per alcuni motivi:

-          Esperienza
-          Conoscenza delle offerte
-          Vicinanza
-          Fiducia

L’agente assicurativo deve garantire al cliente la soddisfazione di un bisogno sul quale si hanno poche conoscenze. Allo stesso modo, il suo lavoro riduce il tempo che il richiedente deve impiegare per informarsi o girare per diversi istituti. Negli ultimi anni è in crescita la fiducia verso il web (31% degli italiani): esiste un contatto umano inferiore ma il risparmio economico e temporale è evidente.

La RC Auto omaggio annulla il Decreto Bersani

 

L’ASSICURAZIONE OMAGGIO NASCONDE IL TRANELLO

Alcune case automobilistiche, pur di vendere i propri modelli, hanno incluso nel prezzo di acquisto l’assicurazione in omaggio per il primo o più anni. Un incentivo non da poco e un risparmio concreto soprattutto quando si tratta di giovani che ricercano un auto alla moda e a prezzo contenuto.

Ma dietro questa offerta si nasconde un tranello non specificato che annulla la Legge Bersani. In base a questa disposizione, un nuovo assicurato può inserirsi nella categoria di appartenenza di un familiare con la medesima residenza. Accettando l’omaggio della Rca, allo scadere del periodo gratuito, non sarà più possibile godere della categoria del genitore. Perché? L’agevolazione Bersani è possibile solo per la prima assicurazione dall’acquisto.

Pertanto il risparmio dei primi 12 mesi viene subito perso. Il neo assicurato entrerebbe infatti con la categoria più bassa e i prezzi sono altissimi.

 

RIFIUTARE GLI OMAGGI E AVVALERSI DEL DECRETO BERSANI

L’Ania sottolinea che il giovane può avvalersi della classe di merito del padre solo se all’acquisto dell’auto, nuova o usata, stipula l’assicurazione immediatamente e a suo nome, senza inseguire offerte fuorvianti. Pertanto non conviene assolutamente accettare l’omaggio, piuttosto sarebbe più utile riuscire ad ottenere uno sconto. Infatti le offerte delle aziende annullano il decreto Bersani.

Sono al vaglio della vigilanza sulle assicurazioni le case automobilistiche che propongono l’assicurazione gratuita per uno o più anni. Si cerca di capire se le conseguenze per il cliente vengono spiegate in fase d’acquisto e se l’acquirente conosce le conseguenze a cui va incontro.

All’inizio del 2015 si registra un + 2,6% di assicurazioni auto e moto e un lieve calo del costo delle stesse col -6%.  Il dato va di pari passo con l’aumento delle vendite. Come annunciato dall’ ad di Fiat Chrysler Automobiles il 2015 sarà un anno positivo in tutta Europa per il mercato delle auto e di conseguenza per quello delle assicurazioni.

RCA: addio al tagliando cartaceo

 

Grande novità sul fronte delle contraffazioni e delle truffe assicurative. Entra in vigore dal 1 aprile 2015 il decreto ministeriale 110 del 9 agosto 2013, che prevede la cessazione dell’obbligo di esposizione del contrassegno cartaceo dell’assicurazione.


LARGO AL DIGITALE

In sostituzione del vecchio talloncino, ci sarà una rete telematica che fornirà alle Forze dell’Ordine, tramite la targa del veicolo, tutti i dati relativi all’assicurazione dello stesso. Questo database completamente automatizzato sarà frutto dell’incrocio dei dati del P.R.A., del Dipartimento dei Trasporti, degli organi facenti funzione di Polizia Stradale e di tutte le Compagnie Assicurative. Sarà gestito online e visionato all’istante.

Verrà aggiornata in tempo reale al rilascio della polizza assicurativa a cura delle compagnie stesse e garantirà l’impossibilità di truffe e frodi.


MENO TRUFFE, RCAUTO MENO CARE

Uno strumento nato dall’esigenza di porre fine alle numerose truffe assicurative che si verificano ogni anno nel nostro Paese: secondo Ania sono in Italia circa 4 milioni i veicoli che circolano senza assicurazione obbligatoria, circa il 7% delle automobili, con una netta prevalenza nel Sud del Paese.
Questa evasione contribuisce in maniera consistente a fare delle RCA del nostro Paese le più care d’Europa. La speranza è proprio quella che con l’aumento del numero dei paganti possa diminuire i prezzi delle polizze.


CONTROLLI INSTANTANEI CON AUTOVELOX, TUTOR E ZTL

Non sarà necessaria, inoltre, la verifica diretta da parte delle Forze dell’Ordine, perché a questo database potranno accedere anche altri strumenti di controllo del traffico come Tutor, autovelox, T-Red e telecamere delle ZTL, segnalando i veicoli sprovvisti di assicurazione. Starà poi al proprietario del mezzo dimostrare di essere un truffatore, pena il pagamento di una salata multa o addirittura il sequestro del veicolo. Chi è in regola ma non risulta tale potrà poi rivalersi sulla compagnia assicuratrice per la mancata comunicazione online tempestiva o il mancato aggiornamento dei dati relativi all’assicurazione del veicolo.


Assicurazioni, la Cassazione prevede il risarcimento di terzi vittime di incidenti

In seguito ad un incidente avvenuto verso fine Agosto, che ha implicato una grave lesione del proprietario della macchina, ma non come conducente bensì come soggetto trasportato, ci si è posti un quesito.

Le assicurazioni devono risarcire i familiari del terzo trasportato anche se questi è intestatario e proprietario della polizza?

A tale domanda, la Corte di Cassazione ha risposto in maniera positiva, il risarcimento è legittimo; in quanto le assicurazioni avendo uno stampo pubblicistico ed obbligatorio, il risarcimento di danni del terzo trasportato risulta dunque come autonomo rispetto la compagnia assicuratrice.