La ripresa economica e la professionalità degli assicuratori

La ripresa economica, le politiche monetarie europee e l’aumento di fiducia degli investitori, potrebbero spingere le compagnie assicurative a cavalcare l’onda senza le dovute avvertenze.
Grazie al Quantitative Easing le compagnie hanno aumentato il loro fatturato ma allo stesso tempo hanno il dovere di raddoppiare le misure per prevenire l’esposizione ai rischi.

Gli assicuratori si trovano a gestire le due tendenze: la crescita economica attuale e i cambiamenti a lungo termine che queste riforme possono generare. Perciò molte compagnie stanno cambiando le proprie strategie di mercato e i loro prodotti, convinte che gli introiti sono in aumento ma la gestione delle richieste deve essere ancora più ponderata. Quando in un sistema economico si registra una crescita e una circolazione di liquidità, i clienti e gli investitori sono propensi alla spesa: sono proprio le società finanziarie a dover mantenere saldi le proprie condizioni e convinzioni.

 

I bassi tassi di mercato rappresentano il maggior pericolo per il mercato: l’attrazione alla spesa aumenta, la ricerca di assicurazioni e mutui, spesso i prodotti non sono in linea con i cambiamenti e la facilità di accesso al credito potrebbe spingere la clientela ad esagerare.
Il compito degli assicuratori esperti è quello di aver ben presente gli aspetti normativi e coinvolgere i clienti soltanto su soluzioni davvero valide, indipendentemente dall’euforia di mercato.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>